#dontstopideas, strade e percorsi nella comunicazione 14/04/2020

Sui social per combattere la crisi da Coronavirus: ecco la diretta coi consigli sulla comunicazione 2.0. Il gesto di Yuma per le aziende in difficoltà

Un filo diretto su aspetti divenuti ancora più vitali in tempi di emergenza sanitaria e conseguente isolamento: soluzioni digitali, web marketing, piattaforme e siti web, comunicazione e gestione dei social e tutto quanto ruota attorno alla Comunicazione 2.0. Per coltivare idee e creatività. Fondamentale, oggi, per le aziende alle prese con la piaga del Coronavirus. Lo sanno bene quelli di Yuma Comunicazione, agenzia nata nel Piceno ed operativa su tutto il suolo nazionale e internazionale.

L’iniziativa si chiama #dontstopideas, strade e percorsi nella comunicazione e consiste in un ciclo di dirette social dove i due fondatori Roberto e Stefano Alesiani insieme al loro staff risponderanno a domande, curiosità, ai dubbi delle aziende che vogliono (ri)lanciare la propria attività di comunicazione o che, più semplicemente, cercano spunti utili a consolidarla. Un momento d’incontro e confronto, un modo per sbarrare il passo al nemico invisibile.

Il primo appuntamento con #dontstopideas si terrà martedì 21 aprile alle 17,30 sui canali Facebook ed Instagram di Yuma. Trattasi di una consulenza del tutto gratuita ed aperta a coloro che sono interessati all’argomento. Andrà avanti con cadenza quindicinale con l’obiettivo di fornire supporto e vicinanza ai titolari di piccole e grandi imprese del nostro tessuto produttivo.

E sono tante quelle che ad una prima stima, in base alle restrizioni volute dal governo per far fronte al dilagare del Coronavirus, sono rimaste al palo: in Italia si è bloccato il 75% della forza lavoro, fatto che ha lasciato a casa 3 milioni di persone.

Un gesto, quello di Yuma, che porta dunque in sé un’alta valenza sociale. E che mette in risalto l’attività di una giovane realtà che dal 2015 ad oggi si è affermata per competenza e originalità. Due le sedi attualmente operative, ad Ascoli Piceno e a Milano, con un team composto da 16 creativi. Il mantra, oggi più che mai, è uno: don’t stop ideas.