GDPR e il “famoso” cugino 03/08/2019

La meritata pausa estiva si avvicina e vogliamo tirare le somme di questo anno di sviluppi software e normativi. Senza dubbio l’entrata in vigore del GDPR il 25 maggio 2018 e la dichiarazione di “sito non sicuro” per il browser Chrome v68 del 24 luglio 2018 hanno causato l’ennesimo obbligatorio adeguamento di tutti i siti web dei nostri clienti rallentando il rilascio di nuove realizzazioni. Ma mentre il secondo non risulta totalmente necessario per i siti vetrina, cioè per quei siti che non prevedono uno scambio di dati (login o form di contatti) tra il server e il client, a meno di una penalizzazione nell’indicizzazione sull’omonimo motore di ricerca superabile con una buona gestione del SEO e dell’integrazione con i social, per il GDPR l’adeguamento è fondamentale per evitare le possibili multe salatissime. Purtroppo (o per fortuna a seconda del punto di vista) questo adeguamento normativo è sia online che offline, cioè deve essere attuato sia per la raccolta, la gestione, la conservazione e la cancellazione dei dati privati dei visitatori ai nostri siti web che delle persone che fisicamente entrano o lavorano nelle aziende. Fin troppo spesso si è portati a pensare che la gestione di tutto ciò che riguarda il mondo del web, dai social media per passare nel mondo della grafica web e arrivare alla realizzazione e gestione di un sito web sia una cosa facile e che tutti la possano fare. Chi non ha mai sentito “c’è mio cugino che segue un corso serale a Milano…”

Per fortuna con il GDPR questa cosa viene meno perché è una delle prime norme che pone un problema risolvibile soltanto da professionisti del settore e non da improvvisati #socialmediagraphicwebmastervicinidiombrellone…

Il 2% del fatturato complessivo o 10 milioni di euro scegliendo quale sia la maggiore, è la multa se un’azienda a seguito di una visita ispettiva dell’organismo di controllo preposto ravvisa un mancato adeguamento alla normativa. Quindi facendo un rapido conto della serva, per una PMI italiana da 400.000€ di fatturato annuo il 2% è 8.000€

Non male, chissà se mio cugino è ancora dell’idea di mettermi a norma il sito a tempo perso!

Sergio Consorti - TECHNICAL AREA