Realizzare o no un sito e-commerce? 25/09/2020

Quando si decide di creare una vetrina della propria attività su internet, raramente ci si sofferma sull’importanza della scelta di un sito web e in particolare su quando e come realizzare un sito di e-commerce.

In molti sono convinti della (ipotetica) semplicità del vendere online, senza analizzare le reali difficoltà ed i reali costi che questo tipo di attività porta con sé. Nell’immaginario di molte persone il negozio online sostituisce il negozio fisico ed è sufficiente mettere in vetrina qualche prodotto e aspettare che i clienti vengano ad acquistare. Ma qual è il pubblico interessato ai miei prodotti? Quanti altri siti web ci sono come quello scelto? Quali sono i costi per pubblicizzare il sito? Le risposte a queste domande sono fondamentali per capire se il sito di e-commerce avrà successo. Mentre evitare di porsi queste problematiche porta ad un sicuro insuccesso.

Sul mercato si incontrano una miriade di figure che propongono la realizzazione di siti e-commerce, ma raramente queste figure hanno una etica professionale tale da arrivare anche a sconsigliare la vendita online. Perché? Perché la professionalità si misura anche nella capacità di individuare un progetto di e-commerce che non avrà successo e che non ha motivo di essere realizzato e questa capacità è un requisito fondamentale di correttezza e di etica.

Un e-commerce di successo e di qualità ha prodotti con media-bassa concorrenza, larga diffusione e alti margini; oppure è di successo se si è disposti ad una spesa consistente in pubblicità, su internet e non solo. Dietro un sito di e-commerce possiamo trovare una struttura con una medio-grande organizzazione (logistica, magazzino, marketing, spedizione) così come una piccola realtà a conduzione familiare o piccolo negozio; in ogni caso, nei giusti rapporti, si può raggiungere il successo nella vendita online.

Un sito e-commerce si può realizzare utilizzando un CMS open source (piattaforme dedicate) oppure costruire un CMS partendo da zero. Ma ogni progetto di e-commerce di successo si differenzia dagli altri per l’ottimizzazione e la sponsorizzazione per i motori di ricerca; questi sono i fattori principali che porta un sito ad un livello superiore. Inoltre la consapevolezza di chi pubblica un sito e-commerce fa la differenza; se non si ha una visione ampia dei risultati che si possono raggiungere, sopraggiunge molto presto un senso di sconfitta e di “inutilità” del progetto. Capire che un sito e-commerce è un progetto a medio-lungo termine è un buon punto di partenza per avere successo.

Quindi realizzare o no un sito di e-commerce? In un mondo che si sta evolvendo sempre più al digitale e nel quale la generazione Z conosce solo la comunicazione digitale, diventa fondamentale, per chi ha una attività, aprire una vetrina sul mondo internet. Ma questo passo deve essere fatto con l’idea di affidarsi a professionisti seri, con la consapevolezza dei costi, degli investimenti e dell’impegno che un e-commerce porta. Senza queste basi e questa consapevolezza direi NO, non aprire un sito e-commerce e dirotta le risorse verso un altro obiettivo.

Se invece si vuole abbracciare il futuro, ci si vuole confrontare con il mercato digitale e si vuole crescere consapevoli degli impegni da affrontare, allora direi SI, sei pronto al cambiamento.

Ing. Valerio Terenzi - IT Yuma comunicazione